Detrazioni fiscali 2015

casaCosa troveremo sotto all’albero di natale?

Il bonus fiscale del 50% per le ristrutturazioni edilizie  e quello del 65% per la riqualificazione energetica saranno prorogati per il2015 con la Legge di stabilità.

Lo ha detto qualche giorno fa a Campi Bisenzio (Firenze) il ministro dei Trasporti, Maurizio Lupi, nel corso delle celebrazioni per i 50anni dell’autostrada del Sole.

“Fu il mio Ministero e ilsottoscritto – ha affermatoil Ministro Lupi – a volerecon forza lo scorso annol’aumento del bonus dal 55al 65% e l’ampliamento allafi liera industriale, compresii mobili. Ci siamo impegnati tutti affinché nella Leggedi stabilità ci sia questo provvedimento, cioè quello che serve all’Italia per uscire dalla crisi e per rimettere in moto con fiducia i consumi dei cittadini e riqualificare un intero patrimonio edilizio.

Sono certo che nella Legge di stabilità questo provvedimento ci sarà e si completerà con il decreto Sblocca Italia, che mette 4 miliardi di euro a disposizione” – ha concluso Lupi.

Ribadendo quanto già annunciato in più occasioni da diversi esponenti dell’Esecutivo, Lupi ha confermato che il Governo punta a prorogare per il 2015il bonus del 50% per le ristrutturazioni edilizie  e l’ecobonus del 65% per la riqualificazione energetica .

E a quanto pare, l’intento del Governo è quello di mantenere l’aliquota dell’ecobonus al 65%, modificando la Legge di stabilità 2014 la quale prevede che nel 2015 scenda dal 65 al 50% (dal 1° gennaio 2015 per i privati, dal 1° luglio 2015 per i condomìni).

Secondo il Ministro Lupi “questo provvedimento è uno dei pochi che ha funzionato, poiché ha messo in moto 29-30 miliardi di euro ”. Dopo aver perso il treno del decreto Sblocca Italia, la proroga delle due agevolazioni dovrebbe quindi arrivare con la Legge di stabilità per il 2015, che inizierà a prendere forma nelle prossime settimane.

COSA PREVEDE LA NORMATIVA OGGI VIGENTE

La detrazione fiscale per la riqualificazione energetica degli edifici  è pari al 65% fi no a fi ne 2014 , per poi scendere al 50% nel 2015 e al 36% nel 2016 . Nei condomìni le spese sostenute fi no al 30 giugno 2015 saranno detraibili al 65%, mentre quelle eff ettuate fi no al 30 giugno 2016 usufruiranno del bonus al 50%.

La detrazione fiscale per gli interventi di riduzione del rischio sismico  vale soltanto per le prime case e per gli edifi ci produttivi situati nelle zone sismiche ad alta pericolosità (zone 1 e 2 ex Opcm 3274/2003). L’aliquota è del 65%, con un tetto di spesa di 96.000 euro, e la scadenza è fissata al 31 dicembre 2014  (30 giugno 2015  per i condomìni).

Il bonus ristrutturazioni  avrà l’aliquota al 50%, con un tetto di spesa pari a 96.000 euro, fi no al 31 dicembre 2014. Nel 2015 la detrazione fi scale calerà al 40%, ma il tetto di spesa continuerà ad essere 96.000 euro. A partire dal 2016 , il bonus tornerà all’aliquota ordinaria del 36% e il tetto di spesa scenderà a 48.000 euro

Questa al momento la situazione. Vedremo che accadrà nelle prossime settimane con la speranza che l’impegno di Lupi diventi realtà.

Posted in Senza categoria.